Ma qual è il nostro valore?

Rate this post

Conoscere il proprio valore e continuare a misurarlo sembra una preoccupazione tipica degli sportivi.

Gli atleti hanno una meta precisa, la gara. Un nemico conosciuto, l’avversario e armi per batterlo… l’adrenalina, la concentrazione (visualizzazione) e l’allenamento.

Ma una medaglia è una misura del nostro valore? Potremmo stare giorni a discutere di questo perché come diceva il grande Tom Cruise in Codice d’Onore Non serve una mostrina per essere un uomo d’onore.

Ricordo il momento in cui andai a vedere l’Ultimo Samurai, un film che mi ha colpito come una onda travolgente e furiosa. La storia la conosciamo in molti (chi non l’ha visto se lo guardi da solo e ci rifletta).

Essere un uomo o una donna di valore significa solo avere dei valori?

Quante spade abbiamo usato nella nostra vita? Quanti avversari? E qual è stato il più grande avversario? Ne è valsa la pena?

Con quali valori abbiamo combattuto e per chi? Siamo disposti a morire per questi?

Vivere decorosamente significa sapere sempre qual è la cosa giusta? O non scegliere mai quella sbagliata?

Che cos’è un valore? E quando diventa una priorità? Perché ce li facciamo portare via, questi valori, ogni tanto?

E quando nascono dentro di noi, quando li identifichiamo? Come li cresciamo?

Trattare bene i nostri amici e familiari e non fare nulla per i bambini del Darfur significa avere dei valori?

Io non so voi. Leggo (raramente) il giornale e mi sento male. Sento le spade taglienti in modo doloroso e vivo, vorrei fare ma non ci riesco, vorrei fermare ma non posso.

Vedo immagini che mi fanno rabbrividire, cerco l’abbraccio di mia figlia, quasi come un cerotto. Sento la sua purezza e scaccio via i pensieri.

Straccio il giornale ma non riesco a cacciare il male che trasporta e spero che le brutte notizie, siano solo incubi.

Poi c’è la musica dell’Orchestra City of Prague che ti tormenta e ti ricorda che…e’ vero non possiamo dimenticare chi siamo, da dove veniamo.

E quando lo dimentichiamo, diventiamo noi stessi, il nostro più grande avversario.

Click.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *